Bando straordinario sulla Cultura e Spettacolo – Regione Puglia

//Bando straordinario sulla Cultura e Spettacolo – Regione Puglia

Bando straordinario sulla Cultura e Spettacolo – Regione Puglia

CONTESTO

Lo spettacolo è un elemento fondamentale delle identità culturali, della crescita individuale, della coesione sociale, costituendo un fattore strategico sul piano socio-economico e della competitività dei territori.

L’investimento in cultura richiede un forte impegno progettuale e innovativo, in grado di mettere a valore le risorse disponibili da parte di tutti gli attori del sistema spettacolo (Stato, Regioni, Enti Locali e Istituzioni del territorio, operatori culturali ed artisti).

Pertanto, la Regione Puglia – riconoscendo nello Spettacolo e nella Cultura un fattore di sviluppo economico e sociale che identifica le diverse specialità dei Territori – emana il Bando straordinario sulla Cultura.

OBIETTIVI

a) sostenere i progetti culturali e di spettacolo che sono parte integrante dell’identità territoriale e culturale pugliese e che, per le loro specificità, si qualificano come progetti a medio-bassa intensità economica, pur presentando grande interesse culturale;
b) sostenere i progetti di rilevante interesse culturale e di spettacolo che, partendo dal loro essere parte integrante dell’identità territoriale e culturale pugliese, si propongono di avere una visibilità sovra regionale sia in termini di offerta culturale che per quanto riguarda l’attrattività turistica,
qualificandosi come progetti di maggiore intensità economica;
c) assicurare, nella fase di transizione verso il sistema delineato dal PiiiL, il sostegno in favore dei soggetti riconosciuti dal MiBACT ai sensi dell’Art.10 della L.R. n. 6 del 29/04/2004;
d) permettere a tutti gli operatori culturali di proporre progetti, anche innovativi, in condizione di parità di accesso, relativi ai punti a) e b).

AZIONI

Per raggiungere i propri obiettivi attraverso la strategia delineata, sono stati individuate cinque linee di Azioni, che si affiancano a quanto già intrapreso con altre tipologie di intervento relativamente agli obiettivi pluriennali. Le cinque differenti azioni sono così definite:
• Azione 1 – sostegno ai progetti di spettacolo riguardante soggetti di cui al punto c), ovvero che abbiano beneficiato dell’intervento finanziario da parte dello Stato (F.U.S. – Fondo· Unico dello Spettacolo) per l’anno 2018 e che siano stati beneficiari del F.U.R.S. – Fondo Unico Regionale dello
Spettacolo per l’anno 2017;
• Azione 2 – sostegno ai progetti riguardanti lo spettacolo di cui al punto a) precedentemente definito;
• Azione 3 – sostegno ai progetti riguardanti lo spettacolo di cui al punto b) precedentemente definito;
• Azione 4 – sostegno ai progetti riguardanti le attività culturali di cui al punto a) precedentemente definito;
• Azione 5 – sostegno ai progetti riguardanti le attività culturali di cui al punto b) precedentemente definito;

SUDDIVISIONE DEI FONDI

Azione 1: € 240.500,00
Azione 2: € 650.000,00
Azione 3: € 650.000,00
Azione 4: € 350.000,00
Azione 5: € 350.000,00

REQUISITI GENERALI DI ACCESSO

Le candidature per le Azioni a valere sulle risorse stanziate sul FURS Bilancio Autonomo, possono essere presentate dai soggetti privati in possesso dei seguenti requisiti generali di accesso, oltre a quelli specifici dettagliati per ogni Azione.

Non saranno comunque accettate le domande presentate:
a) dai soggetti in cui la Regione Puglia risulta socio;
b) dai soggetti pubblici di qualsiasi natura;
c) dalle istituzioni e organismi di interesse regionale di cui all’art. 11, comma regionale n. 6/2004;
d) dai gruppi informali;
e) dai soggetti inclusi utilmente inseriti nelle graduatorie degli ammessi a finanziamento, alla data di presentazione della domanda, come soggetto capofila o soggetto partner a valere su:

  • Avviso Pubblico per presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche
  • Avviso Pubblico per presentare iniziative progettuali riguardanti attività culturali;

REQUISITI SPECIFICI

Ciascun soggetto proponente, a pena di esclusione, può presentare una sola proposta progettuale.

L’importo richiedibile come contributo è pari ad un minimo di € 5.000,00 e un massimo di € 15.000,00, al lordo delle ritenute fiscali e al lordo o al netto dell’IVA secondo il regime fiscale del beneficiario.
I soggetti beneficiari, ovvero i soggetti privati in possesso dei requisiti generale, devono possedere i seguenti requisiti specifici, ovvero essere soggetti:
a. costituiti legalmente, con atto registrato, da almeno un anno (12 mesi) alla data di scadenza del presente avviso;
b. operanti con continuità nell’ambito dello spettacolo da almeno un anno (12 mesi), alla
data di scadenza del presente avviso;
c. il cui Statuto e/o atto costitutivo (ove previsto) preveda lo svolgimento di attività di Spettacolo oppure iscritti alla CCIA o al REA o al Registro delle Imprese con settori riconducibili allo Spettacolo.

ATTIVITA’ AMMISSIBILI

Con riferimento agli interventi a valere sul FURS Bilancio Autonomo per le Azioni 1, 2 e 3 le attività  ammissibili sono quelle riferite a progetti di rilevante valore culturale ed artistico di cui alle lettere da a) a g) dell’art. 4 comma 1 della L.R. 6/2004.

Con riferimento agli interventi a valere sul Bilancio Autonomo per le Azioni 4 e 5, le proposte progettuali ammissibili devono promuovere la realizzazione di iniziative e di progetti per valorizzare il patrimonio culturale, storico, artistico,figurativo, letterario,  demoetnoantropologico regionale e per assicurarne la conoscenza e la fruizione, attraverso le attività di:

A. Manifestazioni espositive aventi ad oggetto la promozione, l’organizzazione e la realizzazione di manifestazioni  dove si collocano in visione al pubblico oggetti, opere o manufatti che espongono opere di artisti o curatori di rilevo almeno regionale nelle discipline delle arti figurative, visive, della fotografia e della multimedialità, di altre attività culturali collaterali, anche di carattere didattico e formativo connesse o collegate alle manifestazioni espositive;

B. Progetti editoriali e iniziative per la promozione della lettura, finalizzati alla diffusione dei valori della cultura, delle scienze, delle arti, con particolare attenzione per la piccola editoria indipendente, ad esclusione di pubblicazioni di natura esclusivamente accademica e specialistica o a siti web.

I progetti dovranno prioritariamente riguardare iniziative finalizzate alla promozione della lettura, in particolare nelle fasce giovanili e per i lettori “deboli”, in coerenza con la legge regionale 40 del 2013 “Iniziative e interventi regionali a sostegno della lettura e della filiera del libro in Puglia”;

C. Convegni, seminari, workshop: Iniziative di alto valore culturale e scientifico, che non rivestono carattere esclusivamente
accademico/specialistico, che presentano ricadute con una valenza territoriale estesa e documentabile e che prevedono un adeguato piano di diffusione dei risultati presso università, scuole, Enti di ricerca, Enti pubblici della regione, ecc.

D. Eventi e rassegne: Festival, fiere del libro, rassegne, rievocazioni storiche, celebrazioni anche carnevalesche, di elevato valore culturale, scientifico o identitaria, di sensibilizzazione, dibattito o diffusione di contenuti.

E. Ricerche e studi di comprovato livello scientifico, realizzati in collaborazione con istituzioni culturali di rilievo regionale, nazionale e internazionale, che non rivestono natura esclusivamente accademico/specialistica e che prevedono un adeguato piano di diffusione dei risultati presso università, scuole, Enti di ricerca, Enti pubblici della regione, ecc.

F. Premi destinati al riconoscimento delle “eccellenze” ed alla valorizzazione dei nuovi talenti regionali, nazionali ed internazionali che prevedono una giuria che coinvolge personalità culturali e scientifiche di rilievo regionale, nazionale o internazionale. Attraverso un bando, favoriscono la più ampia partecipazione attraverso adeguati tempi di partecipazione ed idonea pubblicizzazione del bando a livello regionale, nazionale o internazionale.

Le attività previste, per tutte le Azioni, devono essere svolte prevalentemente nel territorio della Regione Puglia e devono avere avuto inizio in data non anteriore al 01/01/2018 e termine non successivo al 30/06/2019.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE E SCADENZA
I soggetti, in possesso dei requisiti generali sopra citati e di quelli specifici per l’Azione per la quale si richiede il contributo, devono presentare la domanda e la relativa documentazione esclusivamente sulla modulistica fornita dalla competente Sezione.

La domanda, firmata digitalmente o timbrata e sottoscritta dal Legale Rappresentante e trasmessa unitamente alla copia fotostatica del documento d’identità del sottoscrittore, dovrà essere inviata, a pena di inammissibilità, a mezzo posta certificata intestata al soggetto proponente (PEC) all’indirizzo servizio.cinemaespettacolo@pec.rupar.puglia.it entro le ore 12:00 del 29 Ottobre 2018.

Ecco i due link utili per saperne di più e per scaricare la modulistica.

Non sai come strutturare la tua idea e vuoi un parere professionale? Compila il form o contattaci, i nostri esperti ti risponderanno!

*foto tratta dal sito: La Cultura2
By | 2018-09-16T09:56:03+00:00 settembre 12th, 2018|Bandi|Commenti disabilitati su Bando straordinario sulla Cultura e Spettacolo – Regione Puglia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi