Welfare Index PMI

///Welfare Index PMI

Welfare Index PMI

In occasione del Salone della Csr e dell’innovazione sociale, il welfare aziendale è stato al centro di un incontro organizzato da Generali italia, al suo debutto all’evento che fino al 5 ottobre è in corso in Università Bocconi a Milano.

A parlare di Welfare aziendale come strumento della sostenibilità e dell’innovazione sociale Lucia Sciacca, direttore comunicazione e social responsability di Generali, secondo cui il welfare aziendale sia «quel qualcosa che aiuta dipendenti, aumenta la produttività ed il senso di appartenenza. Il Welfare index pmi nasce da una prospettiva per cui il welfare tradizionale verrà meno: su questo fronte si è deciso di cercare un cambiamento culturale. Le piccole aziende sono meno strutturate e proprio lì volevamo agire».

Ha aperto l’incontro Mario Calderini, docente al Politecnico di Milano e consigliere del Miur per le politiche di ricerca e innovazione, secondo cui  l’innovazione sociale è quanto mai varia ed è anche allo stesso tempo sintomo di un cambiamento culturale in atto che nasce anche dall’arretramento del welfare tradizionale a cui risponde il welfare aziendale. Per Calderini, inoltre, il Welfare Index Pmi che nella sua prima edizione ha coinvolto oltre 2 mila imprese può creare contaminazioni «le piccole medie imprese non ascoltano la politica, per questo il ruolo sociale dei grandi gruppi è enorme»

Segui il link per l’articolo completo.

By | 2016-10-05T17:01:29+00:00 ottobre 5th, 2016|News dal mondo|Commenti disabilitati su Welfare Index PMI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi