Lanciato un nuovo strumento finanziario per affrontare le sfide del settore culturale e creativo: l’iniziativa mira a fornire opportunità a migliaia di piccole e medie imprese del settore.

Questo strumento è il primo con uno scopo così ambizioso: coprirà lo sviluppo, la creazione, la produzione, la disseminazione e la preservazione di beni e servizi che includono ed abbracciano le espressioni culturali, artistiche o creative, così come le relative funzioni di educazione e management.

I settori della cultura e della creatività includono: architettura, archivi, librerie e musei, creazioni artistiche, audiovisive (compresi film, TV, video games e multimedia), eredità culturale tangibile e intangibile, design, festival, musica, letteratura, arti performative , radio e arti visive.

E’ aperta una call per la manifestazione di interesse, fino al 30 Settembre 2020: gli intermediatori finanziari che vogliono partecipare al Financial  Cultural and Creative Sectors Guarantee Facility possono trovare maggiori informazioni seguendo il link: EIF website

Leggi di più nell’approfondimento sul sotto programma Cultura di Europa Creativa.

Per visualizzare l’intero articolo, seguite il link.