Il GAL Ponte Lama ha aperto i termini per la presentazione delle domande di aiuto relative al bando START & GO – Intervento 2.1 SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI NUOVE ATTIVITÀ E SERVIZI, che nasce con la finalità di diversificare l’economia rurale e costiera, sostenendo gli investimenti finalizzati alla nascita di nuove imprese e/o alla diversificazione di quelle esistenti, in tutti i settori chiave ed emergenti dell’economia locale.

L’obiettivo è, dunque, favorire il rinnovamento e l’innovazione del tessuto imprenditoriale e creare nuova occupazione qualificata nell’area del GAL Ponte Lama (Molfetta, Bisceglie, Trani).

Vediamo assieme cos’è e come funziona questo nuovo bando per start up pugliesi e giovani imprese.

Sei alla ricerca di agevolazioni e finanziamenti per la tua impresa? Scopri i nostri servizi di consulenza fundraising!

Che cosa finanzia il bando START & GO

Il Bando Start & Go si compone di due differenti tipologie di Sotto-interventi:

  1. Sotto-intervento 2.1.1 – Aiuti all’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali:
    Sostiene, attraverso la concessione di un premio all’avviamento, la creazione di nuove micro-piccole imprese che avviino attività extra-agricole o micro-piccole imprese già esistenti che intendono diversificare la loro attività extra-agricola (attività con nuovo codice ATECO)
    Il premio di cui al Sotto-intervento 2.1.1 sarà concesso esclusivamente se il richiedente presenta contemporaneamente domanda di sostegno a valere sul Sotto-intervento 2.1.2.
  2. Sotto-intervento 2.1.2 – Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole
    Sostiene lo sviluppo di micro-piccole imprese di attività extra-agricole che hanno fatto richiesta del premio all’avviamento di cui al Sotto-intervento 2.1.1 o sostiene micro-piccole imprese di attività extra-agricole già esistenti.
    È concessa la possibilità di candidare un progetto nell’ambito del Sotto Intervento 2.1.2, senza accedere al premio previsto al Sotto-Intervento 2.1.1, esclusivamente in caso di micro-piccole imprese di attività extra-agricole già esistenti e che, alla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico, siano titolari di partita IVA riportante il codice ATECO relativo all’attività economica per la quale viene chiesto il finanziamento.

Chi sono i beneficiari del Bando Start&Go del Gal Ponte Lama?

Il premio di avviamento (2.1.1) e gli aiuti agli investimenti (2.1.2) di questo bando possono essere richiesti da:

  • Agricoltori e micro e piccole imprese, che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole purché non risultino in possesso alla data di pubblicazione del Bando (24/04/2019), del codice ATECO relativo all’oggetto dell’attività economica per la quale viene richiesto il finanziamento;
  • Persone fisiche che si costituiscono una nuova micro e piccola impresa in una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società in nome collettivo, società in accomandita semplice, società cooperative, società a responsabilità limitata.

Possono accedere esclusivamente agli aiuti agli investimenti (2.1.2) del bando Start & Go:

  • Micro e piccole imprese già esistenti e che, alla data di pubblicazione del bando (24/04/2019), siano titolari di partita IVA riportante il codice ATECO relativo all’attività economica per la quale viene richiesto il finanziamento.

Dove deve essere localizzata l’impresa?

L’impresa dovrà avere sede legale ed operativa nel territorio del GAL Ponte Lama: Bisceglie, Molfetta e Trani.

compilazione domanda bando start go

Quali attività si possono realizzare?

Le attività finanziate con il Bando Start & Go riguardano i seguenti settori:

  1. Creatività, cultura e turismo rurale: attività e servizi innovativi di impresa nell’ambito della cultura, turismo rurale, intrattenimento e tempo libero;
  2. Bioeconomia: attività produttive ed economiche basate sull’utilizzo sostenibile di risorse naturali rinnovabili e sulla loro trasformazione in beni e servizi finali o intermedi;
  3. Green economy e ambiente: attività produttive ed economiche basate su attività riuso, riduzione degli sprechi e dei consumi energetici e per il riciclo di materiali e prodotti;
  4. Servizi Sociali: servizi educativi e didattici per attività ludiche e di aggregazione destinati a diverse fasce di età e di formazione;
  5. Pubblica amministrazione: attività e servizi per rendere più semplice e veloce l’interazione tra cittadini e burocrazia;
  6. Artigianato: attività artigianali tradizionali di prodotti non compresi nell’Allegato I TFUE;
  7. Commercio: creazione e sviluppo di attività commerciali
  8. Servizi TIC: servizi innovativi inerenti alle attività informatiche e alle tecnologie di informazione e comunicazione a supporto della popolazione e delle imprese del territorio.

Ad ogni modo, l’elenco delle attività economiche ammissibili al Bando Strart and Go è riportato in maniera dettagliata ed esaustiva all’interno dell’Allegato G – Codici ATECO attività ammissibili dell’Avviso.

Non sono finanziabili, in nessun caso, gli interventi che hanno ad oggetto la realizzazione di prodotti compresi nell’allegato 1 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.

Dotazione finanziaria Bando Start & Go

Le risorse finanziarie attribuite al presente Avviso Pubblico sono pari complessivamente ad euro 925.000,00

Premio del sotto intervento 2.1.1

Il premio è fissato per un importo minimo di 10.000 € e fino ad un massimo pari a 15.000 €, qualunque sia la forma giuridica del richiedente.

Non sono previsti costi ammissibili trattandosi di un aiuto forfettario non collegato ad investimenti per i quali è necessaria la rendicontazione delle spese.

Contributo del sotto intervento 2.1.2

L’aliquota del contributo pubblico è pari al 5% della spesa ammessa. La spesa massima ammissibile a contributo per singolo progetto è fissata in € 70.000. Il contributo pubblico è erogato sotto forma di contributo in conto capitale per un importo massimo pari ad € 35.000 €

Nel caso in cui la spesa massima prevista nel quadro economico ecceda l’importo sopra-indicato, la differenza resterà a totale carico del beneficiario ma, al fine di salvaguardare l’unicità progettuale, gli investimenti complessivi realizzati saranno oggetto di controllo da parte del GAL.

Come viene erogato il contributo?

Il premio viene erogato in due tranche:

  • 60% all’atto dell’assegnazione;
  • 40% a saldo, dopo la verifica della corretta attuazione del piano aziendale.

Come partecipare al Bando Start&Go del Gal Ponte Lama

Per partecipare al Bando Start & Go, è necessario iscriversi sul portale SIAN a partire dal 3 giugno 2019 e sino alle ore 12.00 del 30 settembre 2019. A seguito della registrazione, la documentazione (cartacea) necessaria a presentare l’idea dovrà essere presentata presso la sede del GAL Ponte Lama sino al 7 ottobre 2019.

 

Se per il tuo progetto sei alla ricerca di finanziamenti della Regione Puglia, visita la sezione dedicata del nostro sito: è costantemente aggiornata con tutte le novità su bandi, finanziamenti e agevolazioni.

Link Utili e Approfondimenti

Avviso Pubblico – Sito Gal Ponte Lama

Presentazione Bando Start & Go – Sito Gal Ponte Lama [PDF]