D_Bari Start Up Imprese: Bando per la creazione di nuove imprese

Il Bando D_Bari Startup è la misura – emanata dal Comune di Bari mediante i fondi POC Città Metropolitane 2014-2020 – nata per sostenere la creazione di nuove realtà micro-imprenditoriali nel settore del commercio, dell’artigianato e dei servizi, presso le aree target dei programmi di rigenerazione urbana del Comune di Bari.

Iniziamo subito a vedere cos’è, a chi si rivolge e come partecipare a questo nuovo bando per start up in puglia e giovani imprese baresi.

Incentivi a Fondo Perduto per rilanciare il commercio

Attraverso un supporto tecnico-economico dedicato e l’erogazione di incentivi a fondo perduto, infatti, il Comune di Bari intende rivitalizzare e rilanciare il commercio e le economie urbane della città, incrementando le chances occupazionali in zone svantaggiate della città.

A chi si rivolge D_Bari Start Up?

I soggetti ammessi a presentare domanda di candidatura a D-Bari Start Up al presente avviso sono:

  • le micro e piccole imprese già iscritte, alla data di pubblicazione del presente bando, al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA);
  • soggetti – singoli o in gruppo informale – che si impegnano a costituire una micro/piccola impresa e ad iscriverla al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) entro 45 gg dalla comunicazione di ammissione al contributo (nuove imprese).

Tipologia di attività economiche ammissibili al Bando

Possono essere ammesse a finanziamento D_Bari Start Up Imprese esclusivamente le seguenti attività economiche e produttive, purché aventi sede fissa e svolte in locali di cui almeno uno al pianterreno, aperti al pubblico e con accesso ed affaccio diretto alla strada:

  1. Commercio al dettaglio di vicinato;
  2. Artigianato;
  3. Somministrazione di alimenti e bevande;
  4. Strutture turistico-ricettive;
  5. Servizi al cittadino e alle imprese in genere e attività di agenzia di affari

Attività escluse dal bando D Bari Start Up

Sono escluse le attività esercitate su area pubblica o all’interno di centri commerciali, aree commerciali integrate e parchi commerciali o, comunque, ad essi collegate.

Inoltre, sono escluse le seguenti attività:

  • compravendita di oro, argento e altri metalli e oggetti preziosi usati;
  • commercio di armi, munizioni e articoli militari;
  • centri scommesse e sale giochi;
  • esercizi e/o attività aventi carattere temporaneo o stagionale;
  • vending machines.

Localizzazione dei progetti di impresa

I progetti di impresa per partecipare a D-Bari Startup devono essere localizzati all’interno delle aree urbane sulle quali l’Amministrazione sta maggiormente operando in termini di rigenerazione e ad elevata criticità socio-economica, disponibili in allegato 6 al Bando (Deliberazione Aree Bersaglio).

Qualsiasi proposta localizzata al di fuori delle aree indicate sarà considerata non ammissibile.

aree comune di bari per bando d_bari start up

D_Bari Start Up: Dotazione finanziaria e sostegno previsto

La dotazione finanziaria totale del bando D_Bari Start Up è di € 2.400,000,00: il bando è a sportello, cioè disponibile fino ad esaurimento fondi.

Il sostegno previsto dall’avviso consiste in:

  1. Tutoraggio, accompagnamento e sessioni formative in favore delle imprese ammesse a contributo lungo l’arco dell’intero ciclo del progetto di investimento (pianificazione, budgeting, cantiere, avvio, rendicontazione);
  2. Contributo finanziario a fondo perduto (conto investimenti) sino ad un massimo del 50% sul totale delle spese di investimento ammissibili e comunque non superiore a € 40.000,00;
  3. Contributo finanziario del 100% sulle spese di gestione ammissibili, da sostenere nei primi 12 mesi (conto esercizio) sino ad un massimo di € 10.000,00.

Ove l’impresa realizzi investimenti per un valore inferiore al limite ammesso alle agevolazioni, l’agevolazione sarà rideterminata proporzionalmente. Di contro, ove l’impresa realizzi un investimento superiore a € 80.000,00 o sostenga spese in conto esercizio che superino la quota di € 10.000,00 i contributi erogati non potranno andare oltre i valori su riportati.

Come partecipare a D_Bari Start Up

Per partecipare al Bando D_Bari Start Up Imprese le proposte dovranno essere inviate a mezzo PEC al seguente indirizzo: politichedellavoro.comunebari@pec.rupar.puglia.it inserendo nell’oggetto la dicitura “D_BARI start up Imprese: Candidatura e proposta progettuale”.

Per i soggetti costituiti in gruppi informali, le stesse potranno essere inserite in un plico recante all’esterno la dicitura “Avviso pubblico D_BARI START UP IMPRESE: Candidatura e proposta progettuale” e presentate a mano, oppure a mezzo raccomandata A.R. o analoghi del Servizio Poste Italiane, presso la sede di Porta Futuro sita in Bari alla Via Crisanzio n. 183/H.

Link Utili e Approfondimenti

Bando D_Bari Start UP – Sito Comune di Bari

Allegato – Avviso Pubblico

Allegato 1 – Domanda di candidatura

Allegato 2 – Dichiarazione di possesso dei requisiti soggettivi

Allegato 3 – Dichiarazione regime de minimis

Allegato 4 – Proposta progettuale

Allegato 5 – Budget proposta finale

Allegato 6 – Deliberazione aree bersaglio