Bando InnoAid Regione Puglia: Cos’è?

Il Bando InnoAid è un bando promosso dalla Regione Puglia il cui obiettivo è incrementare e sostenere la domanda di innovazione da parte delle micro, piccole e medie imprese.

InnoAid della Regione Puglia supporta l’acquisizione di servizi tecnologici qualificati per consentire alle imprese di accedere a conoscenze e tecnologie disponibili (anche fuori dalla regione), che permettano di sviluppare nuovi prodotti, servizi e soluzioni e di attivare processi di innovazione.

Questo bando è solo l’ultima agevolazione della Regione Puglia per i giovani che negli ultimi anni ha realizzato una serie di bandi e finanziamenti per start-up pugliesi di grande successo, consentendo a centinaia di giovani di diventare imprenditori e avviare o far crescere la propria idea imprenditoriale.

A chi si rivolge il Bando InnoAid

Possono usufruire del finanziamento del Bando InnoAid le Micro Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata, in Consorzio, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Reti- soggetto), o Reti senza personalità giuridica ( Reti-contratto). Per i raggruppamenti è necessaria la partecipazione di almeno 3 MPMI.

Le imprese richiedenti devono avere sede o unità locale in Puglia.

A pena di esclusione, ciascuna impresa, sia in forma singola che associata, potrà presentare un solo progetto.

bando-innoaid-regione-puglia

Tipologie di interventi ammissibili

Secondo quanto previsto dall’avviso InnoAid è ammissibile l’acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e acquisizione di servizi di consulenza e supporto all’innovazione, suddivisi in due aree:

A) Servizi di consulenza in materia di innovazione

I servizi di consulenza in materia di innovazione del bando InnoAid della regione Puglia si dividono in:

A.1 Servizi di consulenza per l’innovazione guidata dal design, il cui obiettivo è quello di sostenere l’azienda nel concepimento di nuovi prodotti/servizi in grado di rispondere a bisogni latenti dei clienti e di occupare nuove nicchie di mercato. Tra questi servizi rientrano:

  • supporto allo sviluppo di nuove idee, anche con metodi cooperativi e approcci multidisciplinari;
  • Metodi di creatività e problem solving applicati all’innovazione di prodotto/servizio;
  • Organizzazione di eventi di crowdsourcing quali: barcamp, hackathon, call for ideas, call for solutions;

A.2 Servizi di consulenza per l’innovazione di prodotto/servizio, il cui obiettivo è quello di migliorare il posizionamento competitivo dell’azienda nei mercati di riferimento o, nei casi di innovazioni tecnologiche radicali, di posizionare l’azienda in nuovi mercati, soprattutto esteri, mediante la creazione di nuovi prodotti e/o il miglioramento delle loro caratteristiche funzionali e prestazionali. Tra questi servizi, rientrano:

  • Studi e analisi tecniche;
  • Ricerca e Sviluppo;
  • Progettazione;
  • Calcolo, modellazione e simulazione.

A.3 Studi di fattibilità, cioè servizi finalizzati alla realizzazione di studi di fattibilità tecnico-economica relativi a

  • realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo;
  • ingegnerizzazione, test e prototipazione;
  • trasferimento tecnologico;
  • realizzazione di impianti.

In questo ambito rientrano studi di fattibilità relativi a:

  • progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;
  • progetti di dimostrazione tecnologica, prototipazione e test;
  • progetti di trasferimento tecnologico;
  • realizzazione di impianti pilota.

B) Servizi di consulenza e supporto all’innovazione

I Servizi di consulenza e supporto all’innovazione del bando si suddividono in:

B.1 Servizi tecnologici di sperimentazione, cioè servizi di dimostrazione e ingegnerizzazione di nuovi prodotti e servizi, che possono includere:

  • Prototipazione;
  • Prototipazione rapida;
  • Prove sperimentali
  • Misure e test

B.2 Servizi di supporto alla gestione della proprietà intellettuale e alla certificazione di prodotto, relativamente a disegni, modelli, marchi e brevetti e diritti d’autore. Rientrano in tali servizi:

  • Analisi e studi di anteriorità e pareri di brevettabilità e/o registrabilità;
  • Procedure di deposito e trattazione della domanda;
  • Gestione della proprietà intellettuale e relativi accordi (trasferimento tecnologico, ricerca e sviluppo ecc);
  • Gestione di disegni, modelli e marchi e diritti d’autore;
  • Supporto tecnico alla etichettatura di qualità e certificazione di prodotto.

Spese ammissibili nel Bando InnoAid

All’interno del bando InnoAid sono ammissibili le spese, sostenute dai soggetti beneficiari dell’aiuto, strettamente connesse agli investimenti agevolati, e così classificate:

  • Acquisizione di servizi di consulenza su specifiche problematiche direttamente afferenti il progetto di investimento presentato;
  • I costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa dei brevetti, degli altri diritti di proprietà industriale e intellettuale e altri attivi immateriali;
  • I costi per l’acquisizione di servizi di consulenza e di sostegno dell’innovazione.

Risorse disponibili e costo massimo per singolo progetto

Con l’avviso del bando InnoAid sono state stanziate risorse totali che ammontano a € 30.000.000,00.

Il costo massimo per singolo progetto candidato è di  € 305.000,00 e le agevolazioni sono concesse sotto forma di sovvenzioni dirette e nella misura del 45% dei costi valutati ammissibili.

Durata delle attività

La durata delle attività ammesse a finanziamento non può essere superiore a 12 mesi (eccezionalmente prorogabile di ulteriori tre mesi) a partire dalla data di inizio attività, che deve essere successiva alla data di presentazione della domanda.

Tali servizi non devono rivestire carattere continuativo o periodico e non devono essere assicurabili dalle professionalità rinvenibili all’interno del soggetto beneficiario.

I fornitori dei servizi devono essere titolari di partita IVA , qualificati, tecnicamente organizzati e possedere specifiche competenze nel settore in cui prestano consulenza.

Termini e modalità di presentazione della domanda InnoAid

Trattandosi di un bando a sportello, per InnoAid non vi è una scadenza per l’invio delle progettualità: sarà possibile candidare la propria proposta fino ad esaurimento fondi.

Le domande di agevolazione dovranno essere inoltrate in via telematica, attraverso la procedura accessibile a questo link. Nella stessa sezione è possibile consultare e scaricare il bando e gli Allegati.

Link Utili e Approfondimenti

Pagina del Bando InnoAid su www.sistema.puglia.it

Download Bando InnoAid Regione Puglia

Download Scheda di sintesi Avviso InnoAid